PREMESSA:
Questo articolo è stato scritto sulle basi del libro “Conversazioni con Dio – Libro primo”, per sapere di più su questi articoli e sul libro in questione vai alla pagina: Conversazioni con Dio – Indice dell’estratto.

Quando Walsch pone a Dio la domanda “perchè il mondo è quello che è?” vi ammetto che io, fossi stato Dio, non l’avrei capita. Però direi che per il momento non sono Dio :p quindi ci sta che Dio abbia capito a cosa Walsch si riferisse.
Qui si parla del perchè il mondo, la vita, è stata creata in un certo modo; ad esempio: se Dio desidera per noi solo il meglio, allora perché ha inventato la sofferenza? Se vi siete mai chiesti questo o se adesso leggendo la domanda, vi è salita una gran voglia di conoscere la risposta.. beh.. allora vi assicura la risposta non vi deluderà.

PERCHE’ ESISTE LA SOFFERENZA?
Nel mondo esiste la sofferenza perchè altrimenti non potremmo sperimentare la gioia; perchè nulla può essere sperimentato se non abbiamo prima manifestato il suo opposto. Se vivessimo di sola gioia, non potremmo sperimentare la gioia.
Si potrebbe comunque vivere senza sofferenza o con poca sofferenza, e Dio ci ha mostrato tutti i mezzi per farlo, ma sembrerebbe che noi non abbiamo mai ascoltato e continuiamo ad autoflagellarci, perché sembriamo non ascoltare e dimenticare chi siamo proprio quando il cammino si fa difficile.
Dio non può intervenire sulle catastrofi o sulla nostra sofferenza, ci ha lasciato il pieno e libero arbitrio, la possibilità di creare, non ce la toglierebbe mai; e tutti questi eventi sono comunque sempre creati da noi stessi.
Anche la guerra.. per capire e sperimentare che l’uomo aborrisce la guerra.. dobbiamo prima sperimentare la guerra.

L’ANIMA VUOLE SPERIMENTARE
La nostra anima vuole innanzitutto sperimentare, è qui per questo, perchè nell’assoluta esiste soltanto la conoscenza, non l’esperienza.
Qui si matura l’esperienza e la conoscenza unita all’esperienza dà vita all’essere.
Conoscere → Sperimentare → Essere
(La santa trinità, l’Uno che è trino)

ESISTE L’INFERNO?
L’inferno esiste ma non è quello che si pensa, è solo il sapere chi si è e mancare di sperimentarlo. Ad ogni modo non è un’esperienza eterna.

SIAMO IL CORPO DI DIO
Dio ha dei desideri, per esempio quello che noi conosciamo e sperimentiamo chi siamo davvero. E Dio vuole fare esperienza, e noi siamo il tramite per quest’esperienza, praticamente siamo il suo corpo.

DOBBIAMO SPERIMENTARE TUTTO
L’amore è la somma di ogni sentimento, perciò per sperimentare l’amore perfetto si deve sperimentare ogni sentimento umano.
Non si può perdonare nell’altro qualcosa che non abbiamo mai sperimentato.
Lo scopo infatti è sperimentare tutto, in modo da poter essere tutto.
Quindi non bisogna condannare ciò che non è magnifico, ma benedirlo, perché senza di quello un’altra parte di se stessi non si potrebbe manifestare.
Alla fine l’anima cercherà la sensazione più elevata, il puro amore, praticamente noi cerchiamo di essere Dio e Dio ci guida verso questo.

IL PARADISO IN TERRA – L’ILLUMINAZIONE
Non riusciamo a sperimentare il cosiddetto “paradiso in terra” perchè non possiamo sperimentare quello che non conosciamo e non conosciamo quello che non abbiamo sperimentato.
Quanto l’Illuminazione vi chiede di fare è di conoscere qualcosa che non avete ancora sperimentato e perciò di sperimentarlo.

E’ SOLO UNA QUESTIONE DI VELOCITA’
Dio non giudica il nostro operato e non si preoccupa se ci perdiamo, perchè tanto se che arriveremo tutti, è solo questione di velocità e perchè sa che ci ha messi in un ambiente sicuro.
Come i genitori che mandano i figli a giocare in giardino, sono tranquilli e non gli importa se giocano a un certo gioco ad un altro. Se anche si faranno male, il giorno dopo torneranno a giocare di nuovo e magari staranno semplicemente più attenti, sanno che sono in un luogo sicuro.

PERCHE’ IL RISVEGLIO SPIRITUALE
Perchè incamminarsi sulla strada del risveglio spirituale, sulle creazione di chi si è veramente? Perchè non c’è altro da fare. Lo si è sempre fatto, l’unica domanda è se lo si fa in maniera conscia o inconsapevolmente.
Non puoi rinunciare al viaggio. “Hai vissuto sotto l’effetto delle tue esperienze. Adesso vieni invitato a esserne la causa.”

PERCHE’ CI SI REINCARNA?
Ci saranno molti di voi che torneranno incarnati per avere un’altra occasione di sperimentare le decisioni e le scelte che avete fatto circa Voi Stessi a questi livelli, ma altri, pochi, torneranno al solo scopo di portare altri fuori dalla densità e dalla materia.

EVOLUZIONISTI O CREAZIONISTI?
Evoluzionisti e creazionisti hanno entrambi ragione, Dio ha creato in un battito di ciglia tutto questo mondo e questo è accaduto attraverso un processo di evoluzione che è durato miliardi e miliardi di anni.

INFINITO NEL PICCOLO E NEL GRANDE
L’universo è infinito sia nel piccolo (qualsiasi cosa può essere divisa e divisa ancora diventando sempre più piccola), sia nel grande. Così non c’è un punto di arrivo, anche raggiunta la gloria eterna di Dio, ci sarà sempre la possibilità di salire ancora. E dio stesso è la manifestazione, il corpo di un Dio ancora superiore e questo ciclo non ha fine.

IN QUALE DIMENSIONE CI TROVIAMO?
Noi ci troviamo nella terza dimensione, ne esistono molte.