Mi stupisce veramente tanto vedere che la gente crede ancora che se siamo in questa condizione di deprivazione totale della nostra libertà, sia colpa “dei furbetti” che non hanno obbedito alle regole quando eravamo ancora in tempo.

Non capite che “i furbetti” sono altri?

E sono veramente furbetti.. perché ci hanno messo gli uni contro gli altri, privandoci volontariamente delle nostre libertà ma incolpando di questo non chi ha macchinato tutto ciò.. ma noi stessi, parte del popolo che ha “trasgredito”.
Ci hanno messo in condizione di credere che la gravità della situazione fosse dovuta a chi si era ancora concesso troppe libertà. E quindi ci han fatto accettare ulteriori restrizioni. E poi ancora e ancora, fino ad arrivare alla reclusione volontaria agli arresti domiciliari e incolpare per questo, non chi ha creato questa situazione, bensì chi “ha trasgredito”.

Contro ogni logica.. pechè:

  • I risultati di una cattiva condotta in termini di contenimento del contagio si vedono dopo 2 settimane, periodo di incubazione, non subito.
  • Non è qualche caso isolato che provoca una crisi a livello nazionale.
  • Il virus non “va in giro saltellando” come diceva la Lorenzin, quindi anche chi si è ritrovato sul lungomare gremito di gente a passeggiare quando ciò era ancora interpretabile come ammesso, a mio avviso non è colpevole di nulla.
  • Infine: chi ha trasgredito veramente, continua a farlo, perché sta nella sua natura farlo.

𝑁𝑜𝑛 𝑖𝑛𝑣𝑒𝑖𝑡𝑒, 𝑑𝑢𝑛𝑞𝑢𝑒, 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜 𝑐ℎ𝑖 𝑓𝑎 𝑗𝑜𝑔𝑔𝑖𝑛𝑔 𝑜 𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎 𝑎 𝑝𝑖𝑠𝑐𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑖𝑙 𝑐𝑎𝑛𝑒, 𝑓𝑎𝑐𝑒𝑛𝑑𝑜𝑣𝑖 𝑠𝑡𝑟𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑃𝑜𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑛𝑐𝑎𝑛𝑎𝑙𝑎 𝑙𝑎 𝑣𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑓𝑟𝑢𝑠𝑡𝑟𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑎 𝑖𝑠𝑜𝑙𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜 𝑖𝑛𝑛𝑜𝑐𝑢𝑖 𝑖𝑛𝑑𝑖𝑣𝑖𝑑𝑢𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑣𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑎 𝑖𝑛𝑓𝑙𝑢𝑖𝑟𝑒 𝑚𝑖𝑛𝑖𝑚𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑠𝑢𝑙 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑎𝑔𝑖𝑜, 𝑒 𝑠𝑜𝑝𝑟𝑎𝑡𝑡𝑢𝑡𝑡𝑜 𝑛𝑜𝑛 𝑓𝑎𝑡𝑒𝑣𝑖 𝑔𝑒𝑛𝑑𝑎𝑟𝑚𝑖 𝑑𝑖 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑟𝑒𝑔𝑖𝑚𝑒 𝑎𝑛𝑑𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑎 𝑑𝑒𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑖 𝑒𝑠𝑐𝑒 𝑎 𝑓𝑎𝑟𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑒𝑔𝑔𝑖𝑎𝑡𝑎 𝑠𝑜𝑙𝑖𝑡𝑎𝑟𝑖𝑎. 𝑁𝑜𝑛 𝑎𝑟𝑟𝑖𝑣𝑎𝑡𝑒, 𝑣𝑖 𝑝𝑟𝑒𝑔𝑜, 𝑎𝑙 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑖𝑛𝑣𝑜𝑐𝑎𝑟𝑒 𝑎𝑑𝑑𝑖𝑟𝑖𝑡𝑡𝑢𝑟𝑎 𝑙𝑎 𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑑𝑒𝑖 𝑚𝑖𝑙𝑖𝑡𝑎𝑟𝑖 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎̀… 𝐼 𝑀𝐼𝐿𝐼𝑇𝐴𝑅𝐼! 𝑀𝑎 𝑣𝑖 𝑟𝑒𝑛𝑑𝑒𝑡𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑜𝑙𝑙𝑖𝑎? 𝐿’𝑒𝑠𝑒𝑟𝑐𝑖𝑡𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑙𝑒 𝑠𝑡𝑟𝑎𝑑𝑒 𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜𝑙𝑙𝑎𝑟𝑐𝑖 𝑢𝑛𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑢𝑛𝑜, 𝑙𝑎 𝑙𝑒𝑔𝑔𝑒 𝑚𝑎𝑟𝑧𝑖𝑎𝑙𝑒 𝑖𝑛𝑣𝑜𝑐𝑎𝑡𝑎 𝑑𝑎𝑙 𝑝𝑜𝑝𝑜𝑙𝑜 𝑠𝑡𝑒𝑠𝑠𝑜: 𝑖𝑙 𝑠𝑜𝑔𝑛𝑜 𝑑𝑖 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑑𝑖𝑡𝑡𝑎𝑡𝑜𝑟𝑒.

Orlando Donfrancesco

Mi sembra di stare dentro al miglior film di fantascienza che abbia mai visto.
Aprite gli occhi!!!