(Immagine di copertina gentilmente presa in prestito dall’esilarante pagina facebook “Accettare critiche in modo costruttivo”)

VI E’ MAI CAPITATO?
Vi è mai capitato di svolgere una qualsiasi attività, portare a termine un lavoro, fare qualsiasi cosa, che viene anche apprezzata da tutti, di cui voi andate fieri… e sul più bello:
SBAM!!!
Come una mazzata sugli stinchi ci arriva una critica su quello che stiamo facendo, talvolta anche pesante, talvolta anche espressa in malo modo.

Vi è mai capitato? …O forse la domanda più indicata dovrebbe essere: quanto spesso vi capita? Perché so già che vi capita…

In questo breve articolo vi darò un punto di vista rivoluzionario riguardo a questa “infelice” situazione; se riuscirete a sposare questo punto di vista, sarete grati ogni volta che ricevete delle critiche, invece di bollire come dei vulcani pronti all’eruzione.

MESSAGGI DALL’UNIVERSO
L’universo complotta per il nostro bene. Anzi, più precisamente complotta per qualsiasi cosa noi scegliamo per la nostra esperienza, più o meno consciamente.
Quando svolgiamo qualche attività (lavoro, sport, hobby, progetto, missione), che amiamo, noi ci mettiamo il cuore al 100%, desideriamo che quel progetto vada avanti, vogliamo perfezionarlo affinché ci possa sempre essere, possa proseguire. Questo è il messaggio che mandiamo all’universo.
E siamo contenti di quanto stiamo facendo, sembra andare tutto bene, ma…

PUO’ ESSERCI SFUGGITO QUALCOSA
Esatto. Magari quello che facciamo non va del tutto bene, ha delle falle, e con il tempo potrebbero rivelarsi fatali; siccome noi desideriamo portare avanti con successo quella qualsiasi cosa (lavoro, sport, hobby, progetto, missione) allora l’universo complotta per noi e cerca di farci perfezionare quello che stiamo facendo.

L’UNIVERSO AGISCE
L’universo lo può fare dandoci delle lezioni, dei chiari messaggi, per tramite dell’esperienza (che ahime talvolta può essere anche parecchio forte e dolorosa), o facendoci arrivare un messaggio vero e proprio, meno traumatico, ma perlopiù inascoltato (è per questo che poi gli tocca ricorrere alle maniere forti).

MESSAGGI DALL’UNIVERSO
L’universo non ci manda email o messaggi su whatsapp, ci manda dei messaggi che per noi possono essere qualsiasi cosa: le parole di un amico, di un passante, il testo di una canzone, il titolo di un giornale… una critica. La critica ovviamente in questo caso è la più efficace, perché è proprio volta a perfezionare quello che stiamo facendo.

LA CRITICA
Perlopiù quando veniamo criticati, ci sentiamo attaccati, puniti e andiamo sulla difensiva. D’altronde siamo cresciuti in un ambiente che fan da piccoli ci ha sempre bastonato per educarci, non stupiamoci se prendiamo male le critiche.
Però se facciamo un piccolo sforzo di comprensione, allora capiamo che la critica può portare dentro di sé un grande dono. Può essere un messaggio dell’Universo, con delle precise istruzioni per poterci migliorare; analizziamo il succo e poniamoci la domanda: in relazione a quello che mi è appena stato osservato c’è qualcosa che potrei prendere seriamente in considerazione?

LA CRITICA ..IN MALO MODO
La critica spesso arriva anche in malo modo. Le ragioni secondo me possono essere due:
– Perché siamo cresciuti in un ambiente dove le osservazioni sono sempre fatte con tono punitivo e tendiamo a creare e ricreare così la nostra realtà;
– Perché alcune verità sono “scomode”, possono ferirci, e le persone empatiche non vogliono ferirci; perciò all’Universo non resta altro che “ingaggiare” qualcuno meno empatico, spietato a volte, che è l’unico capace in quel momento di dire la verità nuda e cruda.
Purtroppo questo ci ferirà, ci colpirà e creerà avversione. Potremmo anche prendercela con il mondo crudele.. ma diamoci tempo e quando siamo sbolliti allora riflettiamo: il mondo è crudele o il mondo è buono e ci ha mandato un messaggio a nostro favore?

SITUAZIONI RICORRENTI
Forse l’avrete già notato, che guarda caso, in un certo periodo, fintanto che non prendiamo seriamente in considerazione il messaggio, questo ci arriva da più fonti, in più modi. Pensiamo di esser perseguitati o sfortunati.
Poi ci rendiamo conto, recepiamo il messaggio, e ovviamente smettiamo di vivere situazioni disturbanti.

CONCLUSIONI
Perciò non prendete male le critiche. E’ normale essere feriti, arrabbiati; quello è l’impatto, datevi il tempo per riprendervi da questa botta e poi pensate: c’era un messaggio per me in questo? C’è qualcosa che devo comprendere o cambiare? A cosa mi può servire aver ricevuto questo?
E poi ovviamente siate grati, all’Universo e allo spietato messaggero di turno; vi hanno appena fatto un grande dono! 🙂