Ma allora le uova delle galline di allevamenti caserecci, accudite con cura e amore, sono etiche, e non inducono sofferenza all’animale?
Tanto le galline le uova le fanno lo stesso.

Osservazione del vegan-scettico alla quale voglio rispondere in questo articolo

A quanto pare no, nemmeno il caso dell’allevamento casereccio di galline ovaiole è etico; tutt’altro ed è del tutto innaturale. Ora spiego perché.

GALLINA: UN VOLATILE A PARTE?
Si parte dal principio che abbiamo una considerazione sbagliata della gallina, perché la consideriamo un qualcosa a sé stante da tutti gli altri volatili. In realtà non è così.

In natura la femmina del pollo rosso della giungla, l’antenato selvatico del pollo domestico, non depone più di 25 uova durante tutto l’arco dell’anno.
Le depone solo in alcuni determinati periodi (allo stesso modo in cui gli altri animali vanno in calore) ed esattamente come gli altri volatili non si sogna di deporre uova non fecondate. La deposizione infatti, nelle galline ovaiole attuali viene stimolata da determinate condizioni ricreate artificialmente: disponibilità di cibo, temperatura e luce, presenza di un nido.

Ma torniamo all’antenato selvatico della gallina ovaiola: la femmina dunque ne depone al massimo 25, e sempre a scopo riproduttivo; non si sognerebbe di deporre uova quando ne ha già deposte altre in un periodo subito precedente; i piccoli devono avere la stessa età in parole povere.

SELEZIONE DELLE IPER-PRODUTTRICI
E’ successo dunque con l’industrializzazione che si siano selezionati esemplari di galline particolarmente “produttive”, fino ad arrivare ad ottenere una specie selezionata che ne producesse fino a 100 in tutto l’anno, ma naturalmente gli allevatori non erano ancora soddisfatti. Nei moderni allevamenti le galline depongono in media 260 uova all’anno, circa 10 volte la quantità di uova deposta dai loro progenitori selvatici.

Questa produttività è stata ottenuta per mezzo di ulteriore selezione e per mezzo di particolari condizioni in cui queste bestiole sono costrette a vivere; continuamente stimolate alla deposizione tramite luce artificiale, nutrite con mangimi specifici, determinate temperature, e…..

UOVA SU UOVA SU UOVA..
Come detto prima un volatile non si sognerebbe di deporre uova su uova; in natura depone uova e poi comincia la covata. E allora perché queste galline, seppur selezionate e dopate sfornano continuamente uova? Perché le uova le vengono continuamente sottratte!

UOVA PREDATE IN NATURA
In natura le uova è normale che vengano predate e ovviamente gli animali si sono evoluti per sopravvivere anche a questa condizione, deponendo altre uova nel caso quelle precedenti siano state sottratte (predate, agli occhi del loro istinto).
Ed è abbastanza logico.. un passero cova delle uova, passa una volpe che se le mangia, il passero farà un’altra covata. L’istinto riproduttivo è forte in loro così come in noi.

UOVA SOTTRATTE IN CATTIVITA’
La sottrazione continua delle uova provoca un forte stress nella gallina, un doppio stress:

  • emotivo perché per la gallina la perdita delle uova è un trauma (è praticamente sapere che i propri cuccioli sono stati mangiati)
  • fisico perché farà un’altra covata e la cosa non è indolore per la gallina

Sì, sembrerebbe che la per la gallina sia una cosa impegnativa e molto dolorosa; in più la formazione dell’uovo richiede la produzione di un sacco di sostanze che ovviamente la gallina sottrae a sé stessa, la più gravosa: il calcio, che viene preso dalle ossa. E questo le porta a soffrire di osteoporosi e espone loro a rischio di fratture.

GA LI’ NA GALINA?”

ALLEVAMENTI CASERECCI.. NON ETICI COMUNQUE
Quindi anche gli allevamenti caserecci sono tutt’altro che etici. Le galline in natura fanno le covate sopra gli alberi, in presenza di un nido, di cibo, quindi per forza di cose del maschio. Cosa che anche in un allevamento casereccio viene riprodotta artificialmente (seppur in buona fede per chi le alleva); in più con mangime, con una specie selezionata ad hoc da secoli, con la sottrazione delle uova, queste ne producono in continuazione; e per loro non è una passeggiata, è uno stress emotivo, fisico e a quanto pare è del tutto innaturale.

PROVENIENZA DELLE GALLINE CASERECCE
Inoltre anche le galline allevate a casa da qualche parte comunque devono arrivare e arrivano in genere da allevamenti in cui vengono comunque allevate in modo specifico, quindi selezionate da covate in cui probabilmente la maggior parte dei maschi vengono uccisi fin da subito.

ULTERIORE MOTIVO
E poi se i motivi etici per gli animali non dovessero bastare, c’è un’ulteriore motivazione per non mangiare più uova…

Se le uova fossero il ciclo delle donne umane, continuereste a mangiarle?

“Se le uova fossero il ciclo delle donne umane, continuereste a mangiarle?”, bene, se per caso non l’avevate ancora capito, le uova sono il ciclo delle galline e rispetto al ciclo delle donne hanno anche un’aggravante: escono dal culo..

Bon appétit!