Come al solito parto da un’affermazione postata da qualcuno sui social.
In un post che promuoveva latte di cocco,soia,avena,mandorla; in cui la signora rispondeva ad un’altra dicendo questo:

“Il latte [ndr: vaccino] viene prodotto da secoli, è quello che hai bevuto x molti anni e ti ha fatto crescere e diventare adulto. Poi non è detto che si debba ammazzare l’animale, su questo non sono d’accordo, sono un animalista e rispetto tutti gli animali.”

HO RISPOSTO COSI’

****** ***** tieniti forte perché ora ti spiego come funzionano realmente le cose. “non è detto che si debba ammazzare l’animale”. Purtroppo non c’è scelta e lo sai perché?

La mucca non fa il latte perché è una mucca.. ma fa il latte perché è una MAMMA; è un mammifero e, come noi (voi), il latte lo produce solamente quando effettivamente partorisce, e per un periodo di tempo limitato.
Quindi i “produttori” di latte ingravidano artificialmente le mucche, e i vitelli nati da tale processo vengono immediatamente separati dalle madri; perché il latte a loro destinato deve finire nelle nostre bottiglie del supermercato.
Le mucche piangono per giorni l’allontanamento dai loro cuccioli; comprensibile.. immagina ti venga strappato il tuo bambino appena nato, che non potrai rivedere mai più.

E indovina cosa ne viene fatto del vitello allontanato? Se è femmina viene fatto crescere e appena possibile diventa una macchina da produzione come la madre; se è maschio viene MACELLATO dopo esser stato ingrassato per qualche mese; ed ecco il vitel tonné servito.

Le mucche avrebbero un’aspettativa di vita di 20 anni in natura. In queste condizioni di sfruttamento e di stress fisico ed emotivo durano dai 3 ai 6 anni. Quando non sono più in grado di produrre il latte OVVIAMENTE, SEMPRE, vengono uccise e mandate al macello. Non sei d’accordo? E cosa che ne facciano? Che vadano in una pensione per vacche? Il prezzo del latte vaccino che acquisti è tale anche perché la mucca produttrice di latte viene poi rivenduta come carne da macello. Se dovessero allevare una mucca solo per il latte, questa costerebbe di più. E poi cosa ne fanno della mucca in fin di vita? La lasciano morire e ne bruciano la carcassa?
Averla sfruttata per 3-6 anni è essa stessa un’uccisione, più lenta, più dolorosa, ma è un’uccisione.

Ti prego, se sei arrivata fino a qui, e spero di sì, perché tutto questo l’ho scritto per te, visto che sei una donna, prova ad immaginare di vivere tutta la vita in quelle condizioni: non vedere mai il cielo, vivere ammassate con altre, fra gli escrementi, mangiare mangimi di chissà che tipo, essere sessualmente abusata una volta l’anno per l’inseminazione artificiale, vederti strappare via i tuoi figli appena nati, e ogni giorno essere attaccata a dei macchinari che succhiano il latte dai tuoi seni.
Una vita di prigionia, sofferenza e sfruttamento, non è una vita, è una morte, anzi è peggio della morte.

Il fatto che bevi latte vaccino perciò non può andare d’accordo con quanto hai affermato “sono un animalista e rispetto tutti gli animali”; se rispetti gli animali non ti rendi complice di una simile crudeltà. Allora devi scegliere se continuare a fare quello che hai sempre fatto oppure provare qualche alternativa e definirti animalista.

PS: Per dovere di cronaca, le ricerche nell’ultimo decennio hanno dimostrato che il latte vaccino fa tutt’altro che bene. Anzitutto è un alimento destinato alla fase di svezzamento e non oltre; noi lo beviamo oltre e pure quello di un’altra specie, che ha un quantitativo di nutrienti esagerato rispetto alle nostre esigenze anche se fossimo bebè. Inoltre per digerirlo il nostro corpo va in acidosi, e per ristabilire il ph, il corpo preleva vari nutrienti, fra questi il calcio, che viene preso dalle ossa. Risultato: si favorisce l’osteoporosi. Al contrario di quanto si pensava in passato.
Il latte vaccino poi produce molte tossine, quindi si sviluppa molto muco.
E poi… parliamo della digeribilità? Si parla di intolleranza.. il fatto però non è che siamo intolleranti, ma che semplicemente non siamo vitelli. Non abbiamo gli enzimi necessari a digerire il lattosio. O meglio ..non ce li avevamo. Perché negli ultimi secoli dalla zona caucasica è partita una mutazione genetica che si è diffusa a macchia d’olio in tutto il mondo; questa mutazione ci permette di digerire il lattosio; al giorno d’oggi qualcuno ce l’ha e qualcuno no, ma esiste anche chi ce l’ha eppure il latte non l’ho digerisce bene.. resta sempre un alimento che è designato per un’altra specie.

Io sono vegano e non integro nulla, se non la B12, che poco c’entra con il calcio. Non mangio nulla di particolare, semplicemente cerco di avere una dieta variegata. Voglio farti vedere i risultati delle analisi del sangue di qualche giorno fa, guarda i valori del calcio…

I valori del Calcio di chi non beve latte vaccino.. bassi proprio….

Concludo con un bellissimo video di 5 minuti, a forte impatto che giustifica il titolo di questo articolo: